Mindfulness

Mindfulness significa semplicemente essere consapevoli del momento presente: guardare, osservare, notare la realtà esterna e quella interna. Notare senza giudicare, commentare, criticare, o sentirsi colpevoli.

Prestare attenzione a se stessi significa cominciare ad osservare chi siamo, osservare il nostro corpo, la nostra mente, le emozioni, i comportamenti e le loro interazioni.

La crescita della consapevolezza richiede tempo e pratica. Con il tempo potrebbe portarvi ad affrontare pensieri, emozioni e vecchi schemi di comportamento che vi hanno accompagnato per anni.

Acquisire consapevolezza dell’interazione tra mente e corpo, emozioni e comportamento può far emergere ciò che è stato represso, negato e ignorato per anni, e permette a quelle energie di entrare nella sfera del cosciente. Riconoscere e accettare ciò che abbiamo evitato per tanto tempo a volte è sufficiente per riconnetterlo con il nostro essere.

La consapevolezza è il primo passo per l’accettazione. Non possiamo accettare ciò di cui non siamo consapevoli, e non possiamo diventare consapevoli senza prestare attenzione, guardare e ascoltare.

Comprendere ed accettare il nostro dolore non è facile, qualche volta avremo la tentazione di scappare, di coprire di nuovo il dolore. Ma questo dolore è lì per aiutarci a crescere. Se avremo il coraggio di aprirci al nostro dolore, potremmo scoprire non solo che siamo in grado di reggerlo, ma anche che possiamo finalmente intraprendere le azioni necessarie per cambiare ciò che non ci piace.

Praticare Mindfulness è uno stile di vita, che apre all’accettazione, alla gentilezza e alla compassione, nei confronti di se stessi e degli altri.